Aprire una scuola di calcio con i finanziamenti alle imprese

By | marzo 21, 2015

Nutrite una grande passione per il calcio e state pensando di aprire una scuola? Ecco alcune informazioni utili per capire come procedere e quali sono le prerogative da possedere per entrare in questo settore.

Un mondo “nel pallone”

Nel nostro paese il calcio è lo sport per antonomasia, e dato che le domanda di certo non manca quello delle scuole di calcio resta un trend in continua espansione, con buone possibilità di guadagno.

Aprire una scuola di calcio significa sostanzialmente fondare una squadra, e per entrare in questo campo bisogna innanzitutto decidere se si desidera fondare una squadra amatoriale, ovvero aprire una Associazione Sportiva Dilettantistica, associarsi ad una delle tante Associazioni Sportive già esistenti, oppure costituire una squadra professionistica istituendo una Società Calcistica.

L’Associazione Sportiva Dilettantistica non ha scopo di lucro ma reinveste il capitale guadagnato per mantenere ed incrementare la propria attività; viene iscritta alla federazione sportiva di riferimento (FIGC), e successivamente all’albo del CONI. In qualità di attività non commerciale, l’Associazione Sportiva Dilettantistica gode di svariate agevolazioni fiscali, tra cui le più importanti riguardano la non tassabilità delle quote di iscrizione dei soci e dei compensi degli istruttori.

Una Società Calcistica è invece a tutti gli effetti un’attività commerciale con un proprio introito ed è quindi, di fatto, una realtà molto più complessa, dietro alla quale vi è una vera e propria società con suo statuto, partita Iva, sede legale e relativi oneri fiscali.

Di qui sembra chiaro che per muovere i primi passi nel business del calcio sia bene iniziare gradualmente magari, aprendo un’Associazione Sportiva Dilettantistica (con un minimo di 3 soci) che, dopo il primo anno e con l’aumento delle iscrizioni e l’ampliamento delle struttura, potrà trasformarsi in una Scuola di Calcio Riconosciuta e successivamente, trascorsi altri 2 anni di affiliazione, in una Scuola di Calcio Specializzata.

Come aprire un’associazione sportiva dilettantistica

Ecco l’iter burocratico da seguire:

Rivolgersi all’Agenzia delle Entrate per:

  • Fare richiesta del Codice Fiscale
  • Registrare l’atto costitutivo e lo statuto (che comprendono: denominazione dell’ente, finalità sportiva, assenza di lucro, etc).
  • Ottenere il riconoscimento da parte di una Federazione Sportiva Nazionale, di un Ente di Promozione Sportiva o Disciplina Associata.
  • Iscriversi al CONI.

Cosa serve per avviare l’attività

Lo scopo principale di una scuola di calcio è quello di offrire ai bambini e ragazzi che hanno scelto di cimentarsi in questo sport una completa preparazione psicomotoria, atletica ma anche tecnica, e un programma di insegnamento che deve andare di pari passo con la crescita fisica e psichica dei ragazzi. Senza mai dimenticarci, però, che il calcio è un gioco, e come tale deve essere anche divertimento.

La prima cosa da fare, quindi, è individuare un campo sportivo presso il quale svolgere l’attività; solitamente ogni comune ne possiede almeno uno, con campo regolamentare e spogliatoi. Una volta individuato, il luogo dovete trovare tecnici e allenatori (a meno che non lo siate voi stessi). L’investimento iniziale non dovrebbe essere eccessivo, in ogni caso potrete ottenere finanziamenti agevolati alle imprese per ottenere una percentuale a fondo perduto e una finanziata a tasso agevolato.

Successivamente, potete passare alla ricerca di degli sponsor che contribuiscano economicamente alle spese necessarie per la squadra, ad esempio la divisa e gli accessori: borse, tute, ostacoli, bandierine, reti, etc.

Nessuno vi vieta poi, se l’Associazione funziona e il numero delle iscrizioni aumenta, di offrire servizi aggiuntivi che facciano da sfondo all’attività sportiva ed offrano ancora di più ai nostri ragazzi, come ad esempio un servizio bar, l’affitto del campo fuori dagli orari di allenamento e l’organizzazione di tornei amatoriali.

One thought on “Aprire una scuola di calcio con i finanziamenti alle imprese

  1. gianluca

    mi piacerebbe aprirla una scuola calcio ma se poi non icevo il consenso dal comune per l utilizzo del campo come faccio pechè è quello che costa di piu

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *