Legge 104: cos’è, quali sono i benefici e come fare richiesta

By | luglio 26, 2016

legge 104La cosiddetta Legge 104 è una legge di salvaguardia riferita alla disabilità. Ne possono usufruire tutte le persone con malformazioni fisiche, psichiche o sensoriali che possono causare difficoltà nell’ambiente di lavoro o deficit di apprendimento. Tutti coloro che presentano un handicap, un deficit cognitivo o altri problemi di varia natura, possono chiederne l’applicazione ed ottenere un aiuto economico non da parte dello Stato. Per capire bene come si applica questa legge bisogna anzitutto fare una distinzione tra handicap e invalidità; nel primo caso si parla di una situazione in cui una persona si trovi in una condizione che le impedisce di vivere appieno la propria vita; nel secondo caso si fa riferimento ad una capacità ridotta e limitata di lavorare.

Criteri di applicabilità

Questa legge può essere applicata indistintamente a tutti? Ovviamente no, i benefici subiscono variazioni in base alla gravità del problema. L’handicap non è considerato grave in situazioni di gravità non superiore ai 2/3, mentre l’invalidità è riconosciuta tramite percentuale. Per avere accesso ai benefici bisogna avere riconosciuta una percentuale superiore al 33,33% che corrisponde alla riduzione di un terzo della capacità lavorativa. Per richiedere l’applicazione della legge, bisogna anzitutto riconoscere quindi lo stato di disabilità attraverso un certificato medico rilasciato dal medico curante. Una volta avuto il certificato medico, bisogna inviare l’apposita domanda attraverso il sito dell’INPS, oppure è possibile rivolgersi ad un patronato. Successivamente, saranno previsti degli accertamenti che dovranno verificare l’effettivo stato di disabilità di chi fa domanda. Le visite verranno svolte all’ASL, da un medico inviato dall’INPS. Se l’accertamento conferma la presenza di tutti i requisiti verrà rilasciato un documento che attesta lo stato di handicap.

I benefici

I benefici previsti dalla Legge 104, sono:

  • Congedo per figli disabili: è riconosciuto ai genitori di minori disabili. Può avere una durata massima di tre anni più un’indennità del 30% dello stipendio. Oppure, è possibile anche far domanda per 2 ore di permesso al giorno o 3 giorni mensili.
  • Permessi retribuiti: è possibile richiedere mensilmente tre giorni di permesso retribuito per chi assiste un figlio con un grave handicap o per un altro parente.
  • Congedo straordinario: durante l’intera vita lavorativa, sarà possibile chiedere un congedo dalla durata massima di due anni e sarà fruibile anche in maniera frazionata.
  • Sede di lavoro: si ha un parente o un familiare da assistere, ha la facoltà di scegliere una sede di lavoro che sia più vicina al proprio domicilio. Può inoltre rifiutare i turni di lavoro notturno e rifiutarsi di lavorare la domenica e i giorni festivi.
  • Lavoro part-time: si può richiedere al proprio datore di lavoro di trasformare il contratto di lavoro da full-time a part-time e si può anche fare richiesta per i contributi figurativi di invalidità per la pensione anticipata di invalidità.

One thought on “Legge 104: cos’è, quali sono i benefici e come fare richiesta

  1. Zejna jasic

    che cosa aspeta una persona che a 100 per 100 invalidita senca acompagnatoria,che non lavorato mai .Lavora solo il maritto e ha un bambino 11 ani.Cio questa persona sono io. ho riconushamento dal medici l Imps ance la legie 104 Mi qualcuno risponde perfavore… Grazie. ho 47.ani

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *